You are here

Il Progetto

Premessa

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha richiesto alla Scuola Superiore Sant'Anna di formulare una proposta per la stesura di un report di valutazione indipendente sull'attuazione degli impegni OSCE in materia di diritti umani e democrazia in Italia, il quale verrà presentato in occasione della Presidenza italiana di tale Organizzazione nel 2018. Tale relazione è in linea con una tendenza consolidata avviata dalla Presidenza svizzera e seguita dalle presidenze serba, tedesca e ora austriaca.

Il rapporto mira a:

Valutare come gli impegni politici dell'OSCE nell’ambito della "Human Dimension" siano attuati in Italia. Più in particolare, sarà intrapresa una ricognizione di importanti impegni in materia di diritti umani con l'obiettivo di mostrare le principali sfide e i modi e i mezzi adottati per superarle.

Il rapporto sarà un documento indipendente preparato dall'Scuola Superiore Sant’Anna in stretta consultazione con il Ministero degli Affari Esteri italiano, nonché con stakeholders, membri della società civile, il mondo accademico e le istituzioni governative. Inoltre, questi attori saranno coinvolti nel processo di selezione dei cinque temi dei diritti umani su cui il documento sarà focalizzato e saranno coinvolti attraverso un processo partecipativo nella finalizzazione del rapporto che terrà conto anche dei loro commenti e delle loro osservazioni.

Organizzazione del lavoro

La relazione si concentrerà su cinque filoni tematici sui diritti umani identificati attraverso criteri specifici. Un gruppo di ricercatori della Scuola Superiore Sant'Anna svolgerà il lavoro di ricerca sotto la supervisione scientifica del Professor Andrea de GUTTRY. A seconda delle aree tematiche selezionate per la relazione, potrebbero essere ricercate anche competenze esterne per la stesura di sezioni specifiche del documento. Il lavoro sarà provvisoriamente articolato in tre fasi principali:

 

Produzione

 

Il risultato finale della ricerca consisterà in un report contenente una valutazione indipendente dell'attuazione degli impegni OSCE selezionati in materia di diritti umani in Italia.

 

Metodologia

Il servizio da fornire dovrebbe richiedere una certa quantità di ricerche documentarie. La ricerca sarà molto importante per il lavoro di preparazione della relazione finale, in quanto includerà l'esame sistematico e qualitativo della letteratura e delle fonti di informazione secondarie (incluse le fonti web) in relazione agli argomenti del rapporto. Sarà pertanto necessario individuare, localizzare, rivedere ed estrarre informazioni e dati rilevanti da documenti legali, studi, relazioni, precedenti valutazioni, documenti politici, pubblicazioni scientifiche, atti di conferenze e audizioni di esperti e simili.

I colloqui con le parti interessate e le indagini sulle fonti pertinenti saranno utilizzate anche come strumento di ricerca.

Il lavoro di ricerca si baserà sui seguenti elementi:

(a) Tempi della ricerca: l'ambito temporale della ricerca coprirà gli ultimi 5 anni.

(b) Scopo tematico della ricerca: l'obiettivo della relazione sarà valutare criticamente lo stato di attuazione degli impegni OSCE in aree tematiche selezionate in Italia. La selezione degli argomenti sarà effettuata attraverso un processo partecipativo che includerà le istituzioni governative e le ONG italiane competenti che lavorano su questioni relative ai diritti umani con l'obiettivo di includere sfide politiche e relative ai diritti umani attuali e rilevanti che risalgono a non più di cinque anni.